đź”´ Coronavirus: respiratori agli ospedali pubblici e tamponi al personale sanitario

Ieri la Croce rossa italiana ha fornito 40 nuovi respiratori alla Lombardia presso i padiglioni dove è in costruzione una terapia intensiva da circa 400 posti e lo stesso Gallera ha dichiarato che ne sarebbero arrivati altri 200 grazie alla Protezione civile.

Insieme ai miei colleghi consiglieri, ieri abbiamo sollecitato la Regione a destinare prioritariamente i respiratori in arrivo agli ospedali pubblici in difficoltĂ .

Oggi il Presidente Fontana ha assicurato che i respiratori in questione non verranno sottratti ad altri poli ospedalieri della Lombardia. Nello specifico abbiamo appreso dalle agenzie e da interlocuzioni avute con lo stesso Fontana, che i nuovi respiratori inviati dalla Protezione civile saranno distribuiti sul territorio ai vari ospedali pubblici tra cui anche Mantova.

Questa è una buona notizia poiché va a concretizzare il tentativo di risolvere, seppure in piccolo, le numerose criticità con cui sono costretti a interfacciarsi quotidianamente tutti gli operatori del nostro sistema sanitario nazionale.

Ci auguriamo anche si possa rivedere la direttiva sull’esecuzione dei tamponi al personale sanitario. In modo che tutto il personale sanitario venuto a contatto con pazienti positivi venga sottoposto ai tamponi. Come stanno già facendo in alcune RSA, dove il personale sta vendendo gradualmente sottoposto a tamponi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *