⭕️ Chiusura punto nascite Ospedale Oglio-Po: si riconferma una scelta molto discutibile❗️

E’ di questi giorni, la notizia di una partoriente della bassa mantovana, che con i ponti chiusi per la nota emergenza piena del Po, si è ritrovata nell’impossibilità di poter raggiungere l’ospedale più prossimo, ovvero quello di Guastalla della bassa Reggiana. Solo grazie ad un trasferimento d’urgenza autorizzato e con la scorta sul ponte della polizia municipale di Viadana, la mamma ha potuto raggiungere l’ostetricia e poter dare alla luce il suo bambino.

Questo episodio dimostra ancora una volta, se mai ce ne fosse bisogno, di come la chiusura del punto nascite dell’Ospedale Oglio Po per il territorio sia un grosso problema e in situazioni di emergenza come queste crei disagi molto forti. Viene attestato nuovamente che la scelta di Regione Lombardia sia molto discutibile e contraria al territorio.

Il caso e la questione è stata portata anche in aula in Parlamento a Roma.

Leggi l’articolo di OglioPo News “Il bimbo sta nascendo, la mamma scortata sul ponte di Viadana chiuso per la piena. E il caso finisce a Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.