BASTA AUSTERITY. VOGLIAMO UN’EUROPA DEI POPOLI

Si è appena conclusa la sessione di Consiglio Regionale dedicata all’Europa. Diversi gli emendamenti #M5S passati in aula.

C’è da registrare però, che le riflessioni della Lombardia sull’Europa contenute nella risoluzione finale approvata dal Consiglio regionale sono incoerenti e fuori tempo massimo, e resteranno solo sulla carta. Sono solo belle parole, che sentiamo ripetere ogni anno, che non si sono mai tradotte in atti concreti e nel cambiamento dell’Europa che invochiamo.

La risoluzione si traduce in un’attività insufficiente, lenta e lacunosa della Giunta regionale. In Lombardia siamo molto indietro nell’utilizzo dei fondi europei, sono innumerevoli le procedure d’infrazione che hanno a oggetto le attività amministrative della regione come sulla qualità dell’aria o sulla caccia.

Più in generale le politiche europee hanno messo in ginocchio popolazioni come quella greca e portoghese e ci consegnano un continente in recessione con un altissimo livello di disoccupazione.

Il culmine del fallimento delle politiche europee è avvenuto con la Brexit, con un’Europa lontana dai reali bisogni della gente. Questa risoluzione ricca di retorica e povera di contenuti non avrà nessun effetto su politiche che giudichiamo negativamente. Ci auguriamo che quest’Europa dell’austerità che impoverisce i cittadini tra tre mesi non esista più e sia sostituita da un’Europa dei popoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.